Yayoi Kusama

 

kusama Museum-Exterior 246x245

YAYOI KUSAMA

Yayoi e la sua installazione per bambini 

Quando si parla di installazioni spesso si pensa all’arte contemporanea più complicata da comprendere, in questo articolo Artextutti vi proporrà invece un’installazione coinvolgente e facile da replicare, per farvi divertire con l’arte contemporanea, come piace a noi!


Per parlare di installazione vediamo subito un po’ di immagini.

Siamo alla Tate modern, galleria di Londra, ed è il 2012, l’artista Yayoi Kusama propone il suo progetto.

Una stanza arredata tutta bianca, pareti, mobili e oggetti: tutto bianco. I bambini erano invitati ad attaccare una serie di cerchietti colorati adesivi, di varie dimensioni, che ricevevano in museo.

Progressivamente anche gli adulti hanno partecipato e la stanza si è riempita di pois colorati.

Un’opera d’arte che è stata quindi creata dai visitatori del museo, a cui tutti potevano partecipare attaccando i pois. Un progetto interattivo dunque e quindi in questo caso parliamo di installazione, di arte come esperienza. In questi casi il visitatore del museo non è solo spettatore ma partecipa attivamente.
Come immaginerai l’opera finale non si conserverà ma sarà stata un’esperienza, appunto, e viene documentata e conservata attraverso video e foto. Una nuova prospettiva di vivere l’arte, certo ma vogliamo mettere il coinvolgimento e il divertimento?

L’autrice, come accennavamo è Yayoi Kusama, un artista giapponese famosissima in tutto il mondo.

yayoi kusamaVediamo altre sue “creazioni a pois” molto note e la sua collaborazione con Louis Vuitton

Ha avuto particolare successo la sua Infinity Mirror Room. Una stanza fatta di specchi e luci colorate che colpisce sempre tutti gli appassionati ma anche i personaggi del mondo dello spettacolo! Un esempio è la cantante Adele, che a Los Angeles ha avuto il permesso di girare un breve videoclip nella “Infinity Room-The Souls of Millions of Light Years Away”, nel 2013 (la canzone è “When We Were Young”).

Una curiosità: adesso di stanze ricoperte di specchi se ne vedono nei musei più recenti – in particolare in quelli dedicati alle illusioni ottiche – ma Yayoi fu la prima artista a creare un ambiente di questo tipo.

Con Artextutti puoi creare un’installazione! Scarica le indicazioni e i nostri consigli qui artextutti-scheda-YAYOI Download

Ancora qualche notizia su Yayoi…

Attualmente l’artista donna più venduta al mondo e l’artista giapponese più famosa, nasce a Matsumoto (Giappone) il 22 marzo 1929, il suo nome significa nata a marzo.

A Tokyo si può visitare il museo a lei dedicato (nel centro della città, in un edificio progettato dall’architetto Kume Sekkei). Per approfondire la sua storia invece Artextutti consiglia il libro “Yayoi Kusama. Da qui all’infinito”, edito dal MoMa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: